FacebookWhatsAppTwitterGoogle+

Nel 1999 abbiamo ampliato il nostro intervento scegliendo di progettare e  gestire servizi rivolti alla generalità della popolazione anziana con l’obiettivo di rispondere ad un sempre più pressante bisogno sociale di costruzione di relazioni, di connessioni e di rapporti tra le persone e allo scopo di prevenire e accompagnare fenomeni di criticità e fragilità legati all’invecchiamento.

La nostra scelta è stata orientata da un orientamento spiccatamente promozionale e dall’adesione alla prospettiva dell’animazione socioculturale di comunità che ne rappresenta la frontiera pedagogica di riferimento, nonché uno degli approcci culturali che hanno caratterizzato le origini e la storia della nostra cooperativa anche in altre aree di intervento.

Con questo approccio abbiamo pertanto scelto di operare in una tipologia di servizi, quella dei centri diurni, prima gestendo il Centro Anziani di Locate di Triulzi, poi quello di Opera e, attualmente, due centri nel comune di Segrate.

Crediamo fortemente nella necessità d’introdurre nella società un’immagine diversa e più attuale della terza età e delle sue necessità, in particolare, spingendo verso il superamento di una cultura prevalentemente assistenzialistica per ricercare, al contrario, spazi di partecipazione ed inclusione sociale.

L’intervento socio-promozionale si articola attraverso una serie d’iniziative di coinvolgimento degli anziani in attività a sfondo sociale, culturale ed aggregativo. Riteniamo, infatti, che inserire i soggetti in un ambiente ricco di stimoli culturali e di possibilità d’impegno concreto anche per la propria comunità locale, per esempio in attività di scambio intergenerazionale, sia il modo migliore per smarcarsi dalla passivizzazione, dalla depressione di chi non si sente più di avere un ruolo, per ritornare ad essere risorsa attiva anche all’interno di nuovi scenari.